Poiché io fornisco le prime, potrebbe sembrare scontato che le consigli.

E invece no.

Io ho iniziato a insegnare canto moderno in una scuola e sarei disonesta se sostenessi che non ne esistano di valide.
Anche tra le scuole però bisogna fare attenzione, e distinguere tra quelle pretenziose e quelle realmente utili.
Ma su questo argomento non mi dilungo. Devi imparare a riconoscere tra il fumo e l’arrosto.


Preferisco parlarti di quella che è stata la mia scelta quando, molti anni fa, dopo il primo anno che davo concerti, ho sentito il bisogno di migliorarmi poiché, nonostante l’entusiasmo del pubblico, avvertivo di non riuscire a dominare pienamente la mia voce.

All’epoca vivevo a Napoli e scelsi, dopo un’accurata selezione, Cristina Florio, che ringrazierò sempre per gli insegnamenti indispensabili che mi hanno permesso di scoprire una vocalità inutilizzata fino ad allora.

Scelsi le lezioni individuali perché volevo che l’insegnante mi dedicasse tutta la sua attenzione.

“Però non hai ricevuto nessun attestato“, potresti obbiettare.
È vero… come è vero che nella mia carriera, non mi è mai stato richiesto da nessuno, compreso gli artisti con cui ho avuto il pregio di collaborare, e soprattutto dal pubblico.
A loro è sempre bastato ascoltarmi; e tutto ciò che ho fatto nella mia professione lo ho ottenuto affinando le mie capacità vocali e interpretative.
Questo non significa che gli attestati non servano. Varia a secondo delle esigenze e del tipo di percorso che si intende fare.

Il bello delle lezioni private e individuali sta nell’avere l’insegnante tutto per te.

Puoi porre qualsiasi domanda senza sentire la pressione degli altri studenti e avere le risposte a ogni tuo dubbio. Cosa che personalmente faccio con passione, dedizione e attenzione.

Il tutto in un ambiente familiare in cui sentirti a tuo agio.

“Ok Daniela, ma se mi iscrivo in una scuola so quanto tempo dura il corso, mentre con le lezioni private no.”

Vero anche questo. E sai perché? Perché il bello è che puoi studiare fin quando vorrai, fino a che non avrai scoperto tutto ciò di cui senti di avere bisogno. Senza limiti di tempo. Senza scadenze.

Questo è il motivo per cui ho allievi che scelgono di fare un’ora alla settimana, altri due, altri quattro, o addirittura sei. Perché le esigenze sono differenti e ognuno programma le sue lezioni come preferisce.
Questo è il motivo per cui ho allievi che hanno preso lezioni per tre mesi, per tre anni o per dieci, poiché “l’ora di canto è un momento mio e non voglio che nessuno me lo tocchi”; “perché mi fa stare bene”.

E i costi? I costi sono onesti, come sono onesta io che ritengo sia giusto che chiunque voglia studiare con una brava vocal coach, quale io sono, debba poterselo permettere senza doversi andare a vendere un rene.

Ma a scuola posso conoscere altre persone che, come me, amano cantare.

Hai ragione, è una bella cosa, ed è per questo che due volte all’anno organizzo una pizza allievi, sempre più affollata (come puoi vedere dalle foto in basso). È per questo che ho creato un gruppo su FaceBook, su cui i miei allievi mi invitano e si invitano ai rispettivi concerti, in cui si scambiano consigli, e su cui nascono amicizie e collaborazioni.

Detto ciò, spero di esserti stata utile a comprendere le differenze e a fare la scelta giusta per te.

Non mi resta che augurarti in bocca al lupo e, se la prescelta sono io, inviami una mail per fissare l’audizione (gratuita).

 

Scrivimi su: contatti@danielacarelli.it